Circolo Scrittori Instabili

NEVERLANDstorie a SCUOLA


Ohi, Folks!

Lo sapete, ormai, che il progetto NEVERLANDstorie è dedicato anche ai giovani scrittori, anche a quelli più recalcitranti. Quelli che non ne vogliono sapere di scrivere un tema (che dannato sistema moderno di tortura!), figurarsi mettersi a scrivere righe su righe su righe su righe di storia che non viene neppure premiata con un bel voto! Tutta fatica per niente.

Ebbene, mi posso vantare di aver sempre vinto la battaglia in questi anni di: ti-dimostro-che-scrivere-una-storia-è-una-delle-cose-migliori-che-tu-possa-fare-per-te-stesso. Lo so che ora penserete che sono una spaccona, ma vi assicuro che è così. Succede sempre.

No, non tutti quelli che si avventurano nella mia NEVERLAND diventano scrittori, ma tutti SCOPRONO che sono già impegnati nella scrittura ogni giorno della propria vita e che questo nostro (di noi Esseri Umani) “raccontarci” è la fonte del nostro benessere.

Affronterò meglio la questione altrove (ve ne darò notizia appena tutto è pronto, così potrete scoprire un altro pezzo del mio mestiere), ma ora veniamo a quello che è stato fatto in questi ultimi mesi, inizierei con una foto:

WP_20160504_09_40_16_Pro

NEVERLANDstorie è approdato (per il terzo anno consecutivo) alla Scuola Media Catullo di Desenzano del Garda, dove ogni classe prima si è impegnata nella scrittura di una storia originale creata dalle loro testoline fantasiose e bizzarre, e il risultato è stato (come sempre) formidabile. La cosa migliore di tutte? Scoprire che il metodo che propongo ai ragazzi funziona anche per scrivere un tema e i voti MIGLIORANO sensibilmente. Contenti i professori, contente le famiglie, contenti i ragazzi e pure io (ovviamente).

CircoloScrittoriInstabili+PandoraleStoriedelVaso

(da sn) Gianluigi Bergognini, Francesca Garioni, Silvia Visini, Rossana Mazza, Letizia Lancini, Bruno Barcellan, Patrizia Rossini, Raffaella Tavernini, Alessandro Tondini, Jlenia Rodolfi, Marcello Rizza e – la sottoscritta – Barbara Favaro)

NEVERLANDstorie è stato anche ospite per tutto un anno di Casa Cultura  (Soiano del Lago) dove ho potuto lavorare con un nuovo gruppo di aspiranti scrittori adulti (vi consiglio di dare un’occhiata al blog: https://circoloscrittorinstabili.wordpress.com) che hanno prodotto parecchio e con grande soddisfazione, e con un gruppo di giovanissimi aspiranti scrittori (provenienti dalle classi terza, quarta e quinta elementare della scuola di Soiano) che si sono cimentati prima con una storia dedicata a Santa Lucia – non aveva suscitato, in un primo momento, il loro entusiasmo, ma poi si è rivelata essere una grande occasione per creare una Santa Lucia molto trendy – dal titolo “Non sono stato io!” e poi con una storia eco-compatibile che ha visto come protagonista il Lago di Garda e un misterioso Essere alato che se ne prende cura, intitolata “Il Custode del Lago”.

Queste due intense esperienze di scrittura si sono amplificate grazie alla collaborazione con Daniela Sciascia (illustratrice professionista) che ha accompagnato i ragazzi nella fase del disegno. In poche parole i ragazzi hanno scritto la storia, poi l’hanno illustrata e poi… l’hanno pure registrata!

Santa Lucia e Bob Birillo appesi in biblioteca a Soiano

I disegni inseriti nel racconto “Non sono stato io!” realizzati dai Ragazzi della Castagna Amara di Soiano del Lago, a cura di Daniela Sciascia (illustratrice).

 

Questo è il file audio de “Il Custode del Lago”, registrato dai ragazzi e con un ospite speciale nei panni del custode, ovvero: Alessandro Chiaf.

 

E poi c’è stato il progetto di InsideOut – il podcast del LiceoBagatta, che per il terzo anno consecutivo ha dimostrato quanto questa Redazione sia capace di fare. Le undici puntate della terza stagione sono a disposizione per l’ascolto – e se volete per il download gratuito – nel blog, dove potete anche leggere gli articoli scritti dai ragazzi e seguire le tracce della nostra avventura che ha riservato davvero molte sorprese e momenti indimenticabili. Non serve aggiungere altro, già vi ho parlato di loro e della nostra presenza a EXPO Milano 2015 (ricordate?).

Ok, vi sembra abbastanza? Ebbene, non è ancora finita!

Nel prossimo post vi racconterò di un altro progetto, di un’altra Visione dove la Bellezza la fa da padrona.

A presto, Folks!

b-

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva