QUESTIONE DI GUSTI

buongusto

[foto trovata sul web]

Ohi, Folks!

Rieccomi qui a scrivere, sperando di riuscire ad arrivare fino a voi, ovunque voi siate. Stamattina ho aperto come al solito la mia posta elettronica e, come al solito, ho fatto un salto su Amazon perché la newsletter mi ricorda ogni giorno che ci potrebbero essere dei libri, che rientrano nel criterio dei miei gusti personali, in offerta. Ogni tanto ci azzecca, darci un’occhiata è diventata un’abitudine carina. Come se ti chiedessero di guardare dentro una scatola e tu ti aspettassi di trovare un tesoro. Potrebbe non esserci, ma non resisti e ci metti le mani. Sul fatto che Amazon sia il diavolo non si discute più, sono queste abitudini carine che ti fottono. Amen.

Ve l’ho raccontato perché proprio dalla pagina delle offerte giornaliere di Amazon è partita la mia riflessione: questione di gusti. Ma che cosa significa realmente “GUSTO“?

Penso sia una parola notevole, non trovate? Il nostro gusto personale ci rende persone uniche e irripetibili. Quello che a noi piace, è di nostro gusto, o quello che a noi non piace, non è di nostro gusto, ci fa fare miliardi di scelte ogni giorno e determina il buono o il cattivo andamento della nostra esistenza terrestre (paura!).

Ebbene, se ci facessimo più caso, secondo me, le cose andrebbero meglio. Questa riflessione mi si è scatenata grazie alla lista di libri di Amazon comparsa in homepage oggi, quei titoli mi hanno scatenato… la nausea. Ve li riporto qui sotto:

  • Come miele e neve.
  • Come sabbia nelle mutande.
  • Sei tu il mio cielo.
  • La voce del sentimento.
  • Sei tutto quello che non volevo.
  • Amami.

Mi fermo qui perché andare oltre sarebbe di cattivo gusto, ho già abusato abbastanza della vostra pazienza, temo. Come state? Un respiro profondo e un bicchiere d’acqua possono aiutare, dai. Va meglio? Ok, allora io procedo.

Credo che il buongusto sia la vera vittima di questi ultimi anni, in ogni campo. Credo che la scelta del titolo di una storia sia una cosa complicata, anzi complicatissima e delicata, ma a nessuno frega niente, soprattutto agli editori (ridicoli) e agli autori (deplorevoli). Credo che un libro che abbia un titolo disgustoso contenga una storia disgustosa e qui penso che la possibilità di sbagliarmi si riduca al 2%. Credo anche che le storie disgustose siano il 90% delle pubblicazioni contemporanee.

Ovviamente, cercare cercare cercare cercare cercare e cercare quel 10% di storie che sono di mio gusto è parte del mio voler stare bene.

Considerando che ognuno di noi è convinto di essere dotato di buongusto, la questione del “ristabiliamo un minimo di decenza al buongusto comune” è utopia pura. Eppure, il buongusto non è qualcosa che impari, ma qualcosa che hai dentro, a mio parere. Avete presente “Lo zen e l’arte della manutenzione della motocicletta” di Robert M. Pirsig  (potete leggere un estratto qui)e tutta la riflessione filosofica sulla questione “Qualità”? Ecco, credo siano strettamente legati questi due concetti: Buongusto e Qualità.

Rifletteteci anche voi per un istante o per tutta la vita, perché ne varrebbe la pena.

Non voglio tediarvi oltre, ma vorrei lasciarvi qualcosa che va oltre, molto oltre a tutto ciò che i leggeri cazzonari della scrittura potrebbero mai concepire. Si tratta di una poesia (oggi tutti scrivono poesie e si leggono cose abominevoli, che la nausea è solo l’inizio) di un Maestro della scrittura. Se voi, ascoltando la sua voce e facendovi entrare dentro quelle parole, sentirete il vostro uccello blu cantarvi dentro, allora vi consiglio di seguire quel canto e di farvi guidare da lui perché è da lui che capirete cos’è la Qualità e il Buongusto nell’Arte della Scrittura.

E non c’è altro.

b-

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...