QUESTIONE EBOOK, PARLIAMONE!

eBookIo amo i libri. Anzi, di più. Se c’è da scegliere tra una torta e un libro, scelgo un libro. E ho detto tutto.

Però. So che non si inizia mai un periodo col “però”, ma in quel “però” c’è molta roba e vedrò di aprirlo per renderla più chiara a voi che (grazie al cielo) mi state leggendo.

Mi hanno regalato il kindle, l’ho accolto con gioia perché per me leggere è, oltre che piacere, lavoro e non potevo ignorare il libro elettronico, preferisco sempre provare prima di esprimere un giudizio.

(andrò a ruota libera, così come mi viene)

E’ trascorso un anno, un anno in cui ho scaricato moooooooolti ebook (nuove uscite, classici, saggi, narrativa, letteratura) e molti altri ebook (grazie alla possibilità di saggiarne la consistenza leggendone un estratto) non li ho scaricati perché oggettivamente erano  illeggibili. Questo mi ha fatto risparmiare un bel po’ di soldi.

Gli ebook che mi sono piaciuti molto, ovviamente, li ho comprati in versione cartacea. E me li sono riletti, assaporandoli meglio perché sfogliare le pagine e sottolineare con una matita/penna mi dà più soddisfazione.

Ho potuto leggere molti di questi ebook in lingua originale, questo fa sempre la differenza, senza aspettare manco cinque minuti e senza muovermi da casa o pagare un corriere (che, nemmeno a spiegargliela la strada, non mi trova mai).

Molti ebook che mi sono piaciuti, ma che non rileggerò mai, rimarranno dentro al mio kindle, pesano poco e non occupano spazio nella mia già stracolma libreria.

Tirando le conclusioni di questi pensieri in libertà: no, non credo che il libro cederà il posto all’ebook, almeno per i prossimi 100 anni (foreste permettendo), e credo che avere un e-reader non possa nuocere  alla salute e neppure alla lettura.

A questo punto vi consiglio di scaricarvi “TRILOBITI” di  Breece D’J Pancake perché sono racconti che ti lasciano sbigottito in sospensione spiacevole, il che significa che colpiscono a fondo. Sono già sicura che ve lo comprerete anche in versione cartacea, intanto andate a guardarvelo su amazon e magari scaricatevi un estratto:

TRILOBITI (ebook Kindle)

😉

b-

Annunci

8 comments

  1. Concordo pienamente.
    Molti pensano che ci debba essere mutua esclusione fra libro cartaceo e ebook. Io invece credo (e spero) in un futuro in cui vado ad acquistare un libro in libreria e oltra al cartaceo posso richiedere anche gratuitamente la versione elettronica, in modo da caricarla nel mio eReader e leggere dove e quando voglio.
    Analogamente per la controparte elettronica: voglio essere libero di comprare un libro via eCommerce ed avere l’opzione di poter anche ricevere le due versioni (cartacea e elettronica) insieme.
    Ma, si sa, ci sono di mezzo i ricavi degli editori e quindi staremo a vedere come va…..
    Tra l’altro: che ne pensi della prossima offerta di Amazon? 10€ al mese per essere liberi di scaricare e leggere tutti gli ebook che si vuole. Che ne pensi?
    Un abbraccio
    Fede

    Mi piace

  2. Hai ragione, Fede, tutta questione di interessi che vanno a cozzare e come al solito se ne parla molto, anzi troppo, eludendo il nocciolo della faccenda 🙂
    l’offerta di Amazon credo sia una furbata intelligente… conoscendomi penso che scaricherei l’inverosimile e magari finirei con il leggerne soltanto un terzo, ma è una possibilità ghiottissima.
    Ok, lo ammetto… ci cascherei di brutto, anzi, ci cascherò di brutto 😉 😀 😀 😀
    abbraccione!
    b-

    Mi piace

  3. Ciao barbara…. la penso come te…… bella invenzione gli ebook….. comodi pratici ……
    Ma come te leggo tantissimo e niente è più bello dello sfogliare. …. sottolineare…… annusare……. ‘assaporare ‘ un libro in forma cartacea….. perciò come fai tu i libri a cui tengo sono in formato cartaceo …… tutti gli altri……
    un abbraccio

    Mi piace

  4. Ciao Alessandra 🙂 ho imparato solo da alcuni anni a “disfarmi” dei libri comperati e letti solo a metà perché proprio non riuscivo a finirli… ogni volta mi sembra di commettere un crimine 🙂
    Ma poter prendere in mano quelli che ho amato e che amo di più e sfogliarli anche a caso per recuperare una frase o un passaggio che ho sottolineato è davvero un’abitudine irrinunciabile per me.
    Ti abbraccio 😉

    Mi piace

  5. Spesso mi impongo periodi di lettura oculata, ma non sono costante in tale disciplina. Ho imparato ad abbandonare senza sensi di colpa quei libri che mi stanno facendo perdere tempo. Questo mi permette di usare meglio la mia energia 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...